NEWS

INNOVAZIONE

 

Contenuto: entro il 15 febbraio si può partecipare ad un bando del programma comunitario denominato Europa Digitale per la sezione  Cybersecurity and trust. Il programma della Commissione europea sostiene e accelera la trasformazione digitale dell’economia, dell’industria e della società europee per permettere ai cittadini, alle pubbliche amministrazioni e alle imprese di beneficiare dei vantaggi della digitalizzazione. Il bando ha sette cosiddetti topics. Il primo denominato Gamma di resilienza, coordinamento e sicurezza informatica dell'Unione Europea (rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-CYBER-RESILIENCE) ha come obiettivi il rafforzare la capacità degli attori dell’Unione Europea della cibersicurezza di monitorare gli attacchi e le minacce informatiche e i rischi della catena di approvvigionamento, di reagire insieme ai grandi incidenti e di migliorare le conoscenze, le competenze e la formazione in materia. Questo obiettivo sarà perseguito attraverso l'implementazione del Blueprint, considerando l'importante ruolo della rete dei CSIRT (Computer Security Incident Response Teams) e della rete CyCLONe (Cyber Crisis Liaison Organization Network). Vengono cofinanziate azioni di supporto alle piccole e medie imprese per creare, interconnettere e rafforzare la cybersicurezza a livello europeo, nazionale e regionale, all'interno e attraverso le infrastrutture critiche, compresi i settori coperti dalla direttiva NIS, al fine di condividere le conoscenze e la comprensione delle minacce alla cybersicurezza tra le parti interessate negli Stati membri dell’Unione europea; monitorare meglio le minacce alla cybersicurezza e rispondere congiuntamente agli attacchi informatici.
Il budget totale ammonta a quindici milioni di euro. Inoltre per il topic 2 - Rafforzamento delle capacità dei centri operativi per la sicurezza (SOCs) (rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-SOC) si punta a creare, supportare e/o rafforzare e interconnettere le capacità di rilevamento delle minacce informatiche, così da essere in grado di monitorare e rilevare le minacce informatiche, la creazione di conoscenze collettive e la condivisione delle migliori pratiche.
I dati e le capacità relative all'intelligence sulle minacce alla cybersicurezza saranno raccolti da più fonti come i CSIRT e altri attori della cybersicurezza attraverso piattaforme transfrontaliere in tutta l'Unione Europea. L'uso di Intelligenza Artificiale all'avanguardia, capacità di apprendimento automatico e infrastrutture comuni consentirà di condividere e correlare in modo più efficiente e rapido i segnali rilevati e di creare informazioni sulle minacce di alta qualità per le autorità nazionali e altre parti interessate, consentendo così una consapevolezza situazionale più completa e una reazione più rapida. Questo topic ha un importo totale che ammonta a 72 milioni e mezzo di euro. Mentre per il topic 3- Protezione delle infrastrutture e delle tecnologie digitali strategiche 5G ( rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-SEC-5G-INFRASTRUCTURE) si vuole supportare le autorità di regolamentazione delle comunicazioni elettroniche o le agenzie di sicurezza degli Stati membri dell’Unione europea nell'attuazione delle loro strategie e normative nazionali in materia di sicurezza informatica in particolare attraverso il miglioramento delle conoscenze e delle capacità ad esempio attraverso scambio di buone pratiche, formazione del personale, diffusione di metodi di valutazione innovativi, sostegno ad azioni di standardizzazione, appalti di servizi specializzati, come  audit e valutazioni tecniche. Per questo topic sono stati stanziati dieci milioni di euro.
Mentre per il topic 4 - Adozione di soluzioni innovative per la sicurezza informatica (rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-UPTAKE-CYBERSOLUTIONS) si punta a sostenere l'adozione da parte del mercato e la diffusione di soluzioni innovative di cybersicurezza in particolare nelle pmi e nelle organizzazioni pubbliche e dei risultati della ricerca finanziata con fondi pubblici nell'Unione Europea.  Si vuole migliorare la conoscenza e l'audit della preparazione alla cybersicurezza attraverso misure di sostegno sia sul lato dell'offerta sia della domanda, comprese misure di sensibilizzazione o piattaforme di mercato per l'interazione tra fornitori e utilizzatori di soluzioni di sicurezza informatica e formazione. I progetti possono vertere ad esempio sullo sviluppo di servizi di protezione della sicurezza informatica; progetti di verifica della resilienza della sicurezza informatica di apparecchiature e servizi; test di sicurezza, inclusi strumenti di scansione del codice di analisi statica; strumenti di indagine sulla sicurezza informatica che traccino le origini delle minacce alla stessa; strumenti di risposta agli incidenti che si adattino alle strategie generali di sicurezza informatica operativa e gestionale; azioni di supporto alla divulgazione coordinata delle vulnerabilità. In totale sono stati stanziati 32 milioni di euro per cofinanziare e dare supporto a progetti che migliorino e/o controllino il software open source per quanto riguarda la sicurezza informatica; dare supporto ad hackathon, sfide e conferenze sulla sicurezza informatica e a progetti che mirino al coinvolgimento di parti interessate, comprese le comunità di sviluppo software; progetti di sensibilizzazione, prevenzione, istruzione, formazione e progetti per un equilibrio di genere nella sicurezza informatica; tutte azioni a favore delle piccole e medie aziende. Infine per il topic 5 - Implementazione della rete dei centri nazionali di coordinamento con gli Stati membri dell’Unione europea (rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-NAT-COORDINATION) si cofinanziano progetti atti a supportare l’istituzione e la messa in funzione dei centri nazionali di coordinamento negli Stati membri dell’Unione europea (NCC) del Centro europeo di competenza industriale, tecnologica e di ricerca sulla cybersicurezza (riff. Regolamento UE 2021/887). Questi centri, lavorando in rete, sosterranno lo sviluppo delle capacità di cybersicurezza a livello nazionale ed eventualmente regionale e locale al fine di promuovere la cooperazione transfrontaliera e la preparazione di azioni congiunte, contribuendo alla Cybersecurity Competence Community in ciascuno Stato membro dell’Unione Europea.
I fondi per questo topic ammontano a 22 milioni di euro. Mentre per il topic 6 -0 Sostegno all'attuazione della direttiva NIS e alle strategie nazionali di sicurezza informatica (rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-NIS-DIRECTIVE) si punta al rafforzamento della cooperazione transfrontaliera in materia di cybersicurezza a livello tecnico, operativo e strategico; allo sviluppo della fiducia e dell’affidabilità reciproca tra gli Stati membri dell’Unione europea; ad una efficace cooperazione operativa fra le organizzazioni incaricate della cybersicurezza a livello dell'Unione Europea, in particolare la cooperazione dei CSIRT anche in relazione alla rete CSIRT e alla cooperazione degli operatori di servizi essenziali comprese le autorità pubbliche. Si mira ad attuare migliori processi e strumenti di sicurezza e notifica per gli operatori di servizi essenziali e per i fornitori di servizi digitali nell'Unione Europea; ad una maggiore sicurezza della rete e dei sistemi informativi nell'Unione Europea; ad un maggiore allineamento ed armonizzazione dell'attuazione della direttiva NIS da parte degli Stati membri dell’Unione europea. Vengono cofinanziate azioni di supporto alle piccole e medie imprese. Sono stati stanziati venti milioni di euro. Per il topic 7 - Capacità di test e certificazione (rif. ID- DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-03-TEST-CERT-CAPABILTIES) si punta ad aumentare e facilitare le capacità di test di sicurezza e interoperabilità e la certificazione dei sistemi Ict connessi al fine di migliorare le capacità e la cooperazione dei soggetti interessati alla certificazione della sicurezza informatica in linea con gli obiettivi del Regolamento UE 2019/881 (Cybersecurity Act). Vengono elargite sovvenzioni a supporto finanziario e il budget totale del topic ammonta a cinque milioni di euro.  Le pmi possono ottenere una copertura dei costi ammissibili sino ad un massimo del 75 per cento.

A chi rivolgersi: https://ec.europa.eu/info/funding-tender/opportunities/portal

 

 

  

 

 

 

header news

RIFERIMENTI

AGENZIA STAMPA

E.C.PARTNERS sas

Via Gastone da Foix 1

20141 Milano MI - ITALY

P. IVA 12204510155

NEWSFLASH

PARTNERSHIP

W.S.A. - Web Site Assistance

LogoWSA04

YOUR WEB SOLUTIONS PARTNER